Radio

[Dance]: Un po' di Storia...

Andare in basso

[Dance]: Un po' di Storia...

Messaggio  AirSound il Lun Mar 16 2009, 19:36

Dato che ogni genere musicale per quanto "nuovo" ha un'origine storica, ci siamo sentiti in obbligo di riportarla all'interno del nostro forum cercando per quanto possibile di essere quanto più brevi e concisi... Buona lettura.

In questa sezione abbiamo tutta quella musica che viene riconosciuta sotto il genere di dance, in particolare qua troveremo tutta la "nuova dance" ovvero tutta la dance dall'anno 2000 ad oggi, non avendo questo periodo un nome particolare lo abbiamo inserito semplicemente come dance, ma ora veniamo alla storia di questo periodo che nonostante sia cosi ridotta risulta discretamente interessante.
La "Nuova Dance" l'ultima e più recente evoluzione della storica disco music, nata nei primi anni 70 insieme alle discoteche stesse. La sorprendente vastità di questo genere (unita alla sua ormai quarantennale storia) non consente una trattazione abbastanza precisa in un'unica cartella, abbiamo pertanto deciso di scorporare in più sezioni questa corrente e di trattare a parte anche i suoi sottogeneri più noti (vale a dire techno, elettronica ecc...). Benché il genere “dance” possa ritenersi ormai esaurito e confluito nell'house, diversi aspetti e sonorità tipicamente dance continuano a sopravvivere nella nuova musica da ballo, tanto che si parla di un genere ibrido “house-dance”. Qui ci occupiamo della dance di inizio millennio, ovvero di tutta quella musica da ballo, che se vogliamo è stilisticamente assimilabile alla commerciale...i suoi autori sono in gran parte dj, e fra questi ultimi troviamo diversi mostri sacri del genere, nonché già mattatori del decennio 90's. Possiamo parlare di vera e propria dance relativamente ai primi anni 2000, successivamente di Italodance vista la matrice italiana di ciò che resta di questo genere (Gigi d'Agostino per fare un nome)...troviamo invece all'estero “guest star” di grosso calibro (e certamente non dj!!) che in passato hanno prestato occasionalmente la loro arte al genere dance: Madonna e la sua “Hung up” per citarne una. Riguardo a strumentazioni e sonorità, pur mantenendo una marcata separazione dal genere elettronico, la dance più recente fa larghissimo uso di campionatori e sequenziatori, non ultimi i recentissimi strumenti virtuali VST che mandano definitivamente in pensione i vecchi programmi informatici tanto in voga nel decennio 90, da sottolineare anche come la dance ricorra sempre più spesso alla “rivisitazione di sé stessa”, ovvero a riproduzione in chiave moderna di successi dance d'epoca, anni 80 e da non molto anche anni 90, (un chiaro esempio ne è la versione 2008 di “Infinity”, rifacimento della famosissima hit dance del 1990), più che una scopiazzatura, come molti credono, si tratta di una valorizzazione del passato, un segno dei tempi che cambiano...e di come la stessa dance (o meglio house-dance) cambia!

Storia della Dance a cura di Vincent e di AirSound, fonte delle informazioni riportate Wikipedia.

_________________
avatar
AirSound

Messaggi : 126
Data d'iscrizione : 12.03.09

Visualizza il profilo http://mpsound.forumattivo.com/

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum